Chédigny, mon amour

a piedi nudi nel giardino

Mai avrei immaginato un giorno di percorrere le strade di questo paesino che sembra, disegnato da un pittore, utilizzando colori e pennello.

Per caso, qualche anno fa, avevo visto una foto del libro che narra la storia di questo luogo unico al mondo. Il libro, reperibile esclusivamente in lingua francese, l’ho potuto comperare in una vecchia libreria del villaggio.

Chedigny e’ un comune francese di circa seicento abitanti situato nella Valle della Loira a tre ore di auto da Parigi.

E’ l’unico villaggio della Francia ad essere classificato come giardino notevole.

Di certo Chedigny non è un giardino come tanti altri, e’ un villaggio giardino.


Il tutto nasce da un’idea di Pierre Louault, ex sindaco del paese, e di sua moglie, appassionata di rose e giardini. Decidono di contattare alcuni rodologi per rendere il paese più accogliente e attraente per le persone. Fanno piantare circa 800 rose e 3000 piante…

View original post 102 altre parole

Annunci

Due amanti felici fanno un solo pane, una sola goccia di luna nell’erba, lascian camminando due ombre che s’unisco, lasciano un solo sole vuoto in un letto. Di tutte le verità scelsero il giorno: non s’uccisero con fili, ma con un aroma e non spezzarono la pace né le parole. E’ la felicità una torre trasparente. L’aria, il vino vanno coi due amanti, gli regala la notte i suoi petali felici, hanno diritto a tutti i garofani. Due amanti felici non hanno fine né morte, nascono e muoiono più volte vivendo, hanno l’eternità della natura. Pablo Neruda

1malvone

Una foto una storia (dal 24 aprile 2018)

Mimma Pallavicini's Weblog

La foto della testata del blog dal 24 aprile 2018
Come il vecchio giardiniere

Ormai lo so per certo: nulla vale quando la felicità di starsene una domenica d’aprile piena di sole dalle parti di un’amarena in fiore, i suoi rami penduli e leggeri sopra la mia schiena curva a piantare patate. Voltarmi a sera tornando in casa e vedere la terra in ordine e le sue promesse a venire mi ha ridato una gioia dimenticata. E che pure per me era fondamentale. Dimenticata per far stare nel cervello molto altro – spesso paccottiglia ma necessaria per campare del proprio lavoro. Togliendo gli zoccoli davanti a casa all’ora del tramonto, con il sole su tulipani, iberis, viburni, choysie, germogli e fiori di melo, tutto un mondo in bianco e verde, mi è passato davanti agli occhi un olio di Emile Claus, Le vieux jardinier.

Un quadro del 1885 di…

View original post 116 altre parole

__Fresco di stampa__ eccolo eccolo eccolo Il mio nuovo libro interamente dedicato ai gatti, a quelle nuvole di pelo che vanno e vengono, a quegli occhi e vibrisse, che vedono e sentono l’invisibile. Allora li troviamo padroni delle case, appisolati col vento caldo dell’estate, in attesa, saltellanti sui tetti rossi, gatti innamorati, gatti di nascosto che balzano nella notte, e gatti indecenti sotto il chiarore della luna. ed. Gli Spigolatori A Mondovì lo trovate da: Edicola Calandri C.so Europa 20 c Lettera_22 libreria C.so Statuto 35 Libreria Confabula Via Sant’Agostino 14/b Edicola La Ghisleriana Piazza Maggiore …e chissà se in qualche bella presentazione!!

copertina